Tavolino Da Salotto Disquadro »  Mostra messaggi da    a     

Legnofilia


Lavori, dime e progetti - Tavolino Da Salotto Disquadro



Orsomagno [ Mar 08 Gen, 2019 10:16 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Credo al fatto che hai incollato lungovena con traverso vena. Al variare dell'umidità potrebbe, in caso di restringimento, spaccare il piano.


RayDonovan [ Mar 08 Gen, 2019 11:09 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Orsomagno ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Credo al fatto che hai incollato lungovena con traverso vena. Al variare dell'umidità potrebbe, in caso di restringimento, spaccare il piano.


Ma ha scritto di aver avvitato, non incollato.


Cartouche [ Mar 08 Gen, 2019 13:24 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Beh quel legno scuro di testa non sarà certo avvitato, in quanto al resto, se i fori non sono asolati e il movimento stagionale non è stato quindi permesso, è praticamente come se fosse stato incollato.

A.


AlbertoA [ Mar 08 Gen, 2019 13:53 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Molto piacevole!


mumu [ Mar 08 Gen, 2019 14:16 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Parto dalle cose che avrei fatto diversamente, ma solo per un gusto estetico personale:
- non avrei messo le strisce scure, mi ricordano quelle bordure in gomma dura che andavano negli anni '80;
- avrei fatto i piedini all'interno dei quadri in modo da dare un effetto di galleggiamento, così (soprattutto la penultima foto) mi sembrano dei listellini provvisori per non rovinarlo quando si appoggia nel lab;
- il catalogo Blum

Ora invece ti dico cosa mi piace: tutto il resto!
Il design mi piace un casino, ogni singolo volume è esattamente dove dovrebbe essere, incontra il mio gusto e vorrei averlo disegnato io

Bravissimo!


gabriele bosio [ Mar 08 Gen, 2019 23:01 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Bel lavoro! complimenti!


raoul [ Mer 09 Gen, 2019 08:32 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
A me piace.


ebanisteriameccanica [ Mer 09 Gen, 2019 13:19 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Grazie a tutti!


Snickare [ Mer 09 Gen, 2019 13:34 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
veramente bello e di effetto,non sottovalutare pero´ quello che ti ha detto Aurelio,specialmente se hai in mente di produrlo in una certa quantita;quel listello di traverso di puo davvero arrecare dei danni al bel lavoro fatto..


ebanisteriameccanica [ Mer 09 Gen, 2019 14:05 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Cartouche ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Beh quel legno scuro di testa non sarà certo avvitato, in quanto al resto, se i fori non sono asolati e il movimento stagionale non è stato quindi permesso, è praticamente come se fosse stato incollato.

A.


Il listellino in testa è incollato. Questo è un prototipo che ho fatto nel 2013. Ho lasciato il piano senza vernice per due anni, in modo che fosse libero di assorbire e rilasciare umidità, per apprezzare e studiare il movimento e il comportamento. dopo il primo anno il listellino è spuntato dalle due estremità del piano, poco meno di mezzo mm per parte. Ho pareggiato nuovamente. Nessuna spaccatura. Ho notato un piccolo imbarcamento del piano, appoggiando la riga trasversalmente, di circa 2 mm al centro, niente di rilevante ne visibile ad occhio nudo. L'anno seguente ho visto che il listellino era stabile. ho verniciato. lo utilizzo da allora e toccando il bordo il listellino è perfettamente a paro. Poi il movimento stagionale lo avrà sempre, ma credo che la struttura del piano si sia stabilizzata. è pur vero che magari un altro piano con altre tavole di legno si sarebbe comportato diversamente..credo che per abbassare i rischi sarebbe meglio usare delle tavole a taglio piano e non radiale, o forse potrebbe anche essere un discorso incollare la bacchetta con del silicone, cosa ne dite? Saluti e grazie per l'attenta osservazione


ebanisteriameccanica [ Mer 09 Gen, 2019 14:08 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Snickare ha scritto: [Visualizza Messaggio]
veramente bello e di effetto,non sottovalutare pero´ quello che ti ha detto Aurelio,specialmente se hai in mente di produrlo in una certa quantita;quel listello di traverso di puo davvero arrecare dei danni al bel lavoro fatto..


Grazie! Al contrario, stavo giusto rispondendo


ebanisteriameccanica [ Mer 09 Gen, 2019 14:09 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
mumu ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Parto dalle cose che avrei fatto diversamente, ma solo per un gusto estetico personale:
- non avrei messo le strisce scure, mi ricordano quelle bordure in gomma dura che andavano negli anni '80;
- avrei fatto i piedini all'interno dei quadri in modo da dare un effetto di galleggiamento, così (soprattutto la penultima foto) mi sembrano dei listellini provvisori per non rovinarlo quando si appoggia nel lab;
- il catalogo Blum

Ora invece ti dico cosa mi piace: tutto il resto!
Il design mi piace un casino, ogni singolo volume è esattamente dove dovrebbe essere, incontra il mio gusto e vorrei averlo disegnato io

Bravissimo!



Il catalogo Blum Grazie Mumu!


bafman [ Mer 09 Gen, 2019 14:11 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Usare un listello tagliato anch'esso di testa?


ebanisteriameccanica [ Mer 09 Gen, 2019 14:13 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
bafman ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Usare un listello tagliato anch'esso di testa?


Non so, forse su quella lunghezza spaccherebbe, credo.


Arsenico [ Mer 09 Gen, 2019 14:32 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
ebanisteriameccanica ha scritto: [Visualizza Messaggio]
.......... è pur vero che magari un altro piano con altre tavole di legno si sarebbe comportato diversamente..credo che per abbassare i rischi sarebbe meglio usare delle tavole a taglio piano e non radiale, o forse potrebbe anche essere un discorso incollare la bacchetta con del silicone, cosa ne dite? Saluti e grazie per l'attenta osservazione


Ehm....io sapevo che son quelle radiali ad essere le più stabili in assoluto.

Anche se il massello è sempre massello (nel senso positivo della sua bellezza ed estetica), queste realizzazioni di design nelle quali la stabilità dimensionale è fondamentale le vedo meglio realizzabili con un'anima stabile.....ovvero un compensato o un mdf rivestito da una cartellatura di massello di qualche mm di spessore. Purtroppo infatti ogni realizzazione fa storia a se e sarebbe controproducente avere il cliente che dopo qualche tempo ti torna incazzato perché il piano si è trasformato in una conca etc.

Come design è spettacolare.

Oh, intendiamoci! Io sono un dilettantegenericomediodibassoprofiloneoassuntocondecorrenzadomani


ebanisteriameccanica [ Gio 10 Gen, 2019 09:50 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Arsenico ha scritto: [Visualizza Messaggio]
ebanisteriameccanica ha scritto: [Visualizza Messaggio]
.......... è pur vero che magari un altro piano con altre tavole di legno si sarebbe comportato diversamente..credo che per abbassare i rischi sarebbe meglio usare delle tavole a taglio piano e non radiale, o forse potrebbe anche essere un discorso incollare la bacchetta con del silicone, cosa ne dite? Saluti e grazie per l'attenta osservazione


Ehm....io sapevo che son quelle radiali ad essere le più stabili in assoluto.

Anche se il massello è sempre massello (nel senso positivo della sua bellezza ed estetica), queste realizzazioni di design nelle quali la stabilità dimensionale è fondamentale le vedo meglio realizzabili con un'anima stabile.....ovvero un compensato o un mdf rivestito da una cartellatura di massello di qualche mm di spessore. Purtroppo infatti ogni realizzazione fa storia a se e sarebbe controproducente avere il cliente che dopo qualche tempo ti torna incazzato perché il piano si è trasformato in una conca etc.

Come design è spettacolare.

Oh, intendiamoci! Io sono un dilettantegenericomediodibassoprofiloneoassuntocondecorrenzadomani


Ciao Arsenico e grazie!
Per equilibrare un piano fatto con tavole a taglio piano io alternerei le direzioni degli anelli di crescita dell'albero. Guardando le tavole in testa farei un alternanza di concavo e convesso, per stabilizzare la struttura del piano( altro gran capitolo, la scelta dei legni). Anche io so che le tavole a taglio radiale sono le più stabili, ma mi riferivo al movimento stagionale nella sua larghezza. Provo a spiegarmi meglio facendovi una domanda: secondo voi ha più escursione un piano composto da tavole a taglio piano, o un piano composto da tavole a taglio radiale? Come escursione intendo l'allargamento/restringimento del piano nel verso della sua larghezza.


mastro stefano [ Gio 10 Gen, 2019 12:19 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Taglio radiale ha il calaggio più basso e maggior stabilità, difficile da provarne la veridicità ma ti basti vedere degli antichi manufatti e il loro stato.


Cartouche [ Gio 10 Gen, 2019 13:27 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Concordo con Stefano solo parzialmente, perché la veridicità di quel che ha scritto è ben facile da provare,
Prendi un quadrotto stagionato di qualsiasi specie, diciamo 15 x 15 cm, lungo 20, non importa, lo metti in forno per un paio d'ore, ne misuri i due lati, poi lo metti a bagno per mezza giornata e rimisuri.
In quanto ad alternare il concavo e il convesso, per me son tutte favole, preferisco stare attento alla venatura per che mi faccia un piano piacevole, per poiassicurarmi che rimanga piatto meccanicamente.

A.


ebanisteriameccanica [ Gio 10 Gen, 2019 16:16 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Cartouche ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Concordo con Stefano solo parzialmente, perché la veridicità di quel che ha scritto è ben facile da provare,
Prendi un quadrotto stagionato di qualsiasi specie, diciamo 15 x 15 cm, lungo 20, non importa, lo metti in forno per un paio d'ore, ne misuri i due lati, poi lo metti a bagno per mezza giornata e rimisuri.
In quanto ad alternare il concavo e il convesso, per me son tutte favole, preferisco stare attento alla venatura per che mi faccia un piano piacevole, per poiassicurarmi che rimanga piatto meccanicamente.

A.

Anche io come ho già scritto credo siano più stabili delle tavole a taglio radiale, ma quelle che stavo facendo erano solo delle supposizioni, infatti ho usato il condizionale e, probabilmente non mi sono spiegato bene, devo imparare a spiegarmi meglio su un forum, una volta non mi sono spiegato bene su un "prototipo".. Ho fatto solo la prova che ho scritto con il piano del tavolo in questione. Interessante la prova che consigli, la farò sia col quadrotto che con delle sezioni di tavola piana e radiale, credo che anche la forma crei una struttura e conseguenti comportamenti, proverò sono curioso. Mi è capitato di farmi delle idee sbagliate e mi capita tutt'ora. Per la teoria del concavo e convesso non credo che siano solo favole, in teoria alternare non è sbagliato, è vero che la pratica è un altra cosa...per fare un piano generico solitamente faccio come te, accoppio i legni perche stiano bene, e poi trovo il modo di vincolare, e non metto nessuna bacchetta in testa, ma quella è un altra questione. Sto solo ipotizzando soluzioni perchè quell'inserto non dia problemi. Ho riflettuto su un messaggio di Bafman che diceva di mettere una bacchetta tagliata di testa...e tagliata a 45gradi? O addirittura metterne due tagliate a 45 gradi che si incontrano al centro? Ti farò sapere il risultato della prova. Grazie Aurelio


Arsenico [ Gio 10 Gen, 2019 16:30 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Se metti una bacchetta tagliata con le fibre di testa (ovvero parallele a quelle del tavolo) al primo movimento ti si fessura . La bacchetta trasversale infatti, strutturalmente, avrebbe proprio il compito di tenere unite le tavole....un po' come nella costruzione dei tavoli "breadboard".

Concordo sulla scelta estetica, anche se io stesso, se uso tavole non radiali, preferisco alternare gli anelli di crescita per avere una superficie finale che tende ad ondulare anziché imbarcare (enfatizzando la distorsione).


Cartouche [ Gio 10 Gen, 2019 18:11 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
ebanisteriameccanica ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Cartouche ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Concordo con Stefano solo parzialmente, perché la veridicità di quel che ha scritto è ben facile da provare,
Prendi un quadrotto stagionato di qualsiasi specie, diciamo 15 x 15 cm, lungo 20, non importa, lo metti in forno per un paio d'ore, ne misuri i due lati, poi lo metti a bagno per mezza giornata e rimisuri.
In quanto ad alternare il concavo e il convesso, per me son tutte favole, preferisco stare attento alla venatura per che mi faccia un piano piacevole, per poiassicurarmi che rimanga piatto meccanicamente.

A.

Anche io come ho già scritto credo siano più stabili delle tavole a taglio radiale, ma quelle che stavo facendo erano solo delle supposizioni, infatti ho usato il condizionale e, probabilmente non mi sono spiegato bene, devo imparare a spiegarmi meglio su un forum, una volta non mi sono spiegato bene su un "prototipo".. Ho fatto solo la prova che ho scritto con il piano del tavolo in questione. Interessante la prova che consigli, la farò sia col quadrotto che con delle sezioni di tavola piana e radiale, credo che anche la forma crei una struttura e conseguenti comportamenti, proverò sono curioso. Mi è capitato di farmi delle idee sbagliate e mi capita tutt'ora. Per la teoria del concavo e convesso non credo che siano solo favole, in teoria alternare non è sbagliato, è vero che la pratica è un altra cosa...per fare un piano generico solitamente faccio come te, accoppio i legni perche stiano bene, e poi trovo il modo di vincolare, e non metto nessuna bacchetta in testa, ma quella è un altra questione. Sto solo ipotizzando soluzioni perchè quell'inserto non dia problemi. Ho riflettuto su un messaggio di Bafman che diceva di mettere una bacchetta tagliata di testa...e tagliata a 45gradi? O addirittura metterne due tagliate a 45 gradi che si incontrano al centro? Ti farò sapere il risultato della prova. Grazie Aurelio


Ho detto un quadrotto così si parla del medesimo pezzo di legno, non due pezzi diversi magari provenienti da tavole diverse.

A.

P.S.
Puoi anche guardar qui: http://www.legnofilia.it/viewtopic.php?f=4&t=9249&highlight=

A.


ebanisteriameccanica [ Ven 11 Gen, 2019 13:31 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Cartouche ha scritto: [Visualizza Messaggio]
ebanisteriameccanica ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Cartouche ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Concordo con Stefano solo parzialmente, perché la veridicità di quel che ha scritto è ben facile da provare,
Prendi un quadrotto stagionato di qualsiasi specie, diciamo 15 x 15 cm, lungo 20, non importa, lo metti in forno per un paio d'ore, ne misuri i due lati, poi lo metti a bagno per mezza giornata e rimisuri.
In quanto ad alternare il concavo e il convesso, per me son tutte favole, preferisco stare attento alla venatura per che mi faccia un piano piacevole, per poiassicurarmi che rimanga piatto meccanicamente.

A.

Anche io come ho già scritto credo siano più stabili delle tavole a taglio radiale, ma quelle che stavo facendo erano solo delle supposizioni, infatti ho usato il condizionale e, probabilmente non mi sono spiegato bene, devo imparare a spiegarmi meglio su un forum, una volta non mi sono spiegato bene su un "prototipo".. Ho fatto solo la prova che ho scritto con il piano del tavolo in questione. Interessante la prova che consigli, la farò sia col quadrotto che con delle sezioni di tavola piana e radiale, credo che anche la forma crei una struttura e conseguenti comportamenti, proverò sono curioso. Mi è capitato di farmi delle idee sbagliate e mi capita tutt'ora. Per la teoria del concavo e convesso non credo che siano solo favole, in teoria alternare non è sbagliato, è vero che la pratica è un altra cosa...per fare un piano generico solitamente faccio come te, accoppio i legni perche stiano bene, e poi trovo il modo di vincolare, e non metto nessuna bacchetta in testa, ma quella è un altra questione. Sto solo ipotizzando soluzioni perchè quell'inserto non dia problemi. Ho riflettuto su un messaggio di Bafman che diceva di mettere una bacchetta tagliata di testa...e tagliata a 45gradi? O addirittura metterne due tagliate a 45 gradi che si incontrano al centro? Ti farò sapere il risultato della prova. Grazie Aurelio


Ho detto un quadrotto così si parla del medesimo pezzo di legno, non due pezzi diversi magari provenienti da tavole diverse.

A.

P.S.
Puoi anche guardar qui: http://www.legnofilia.it/viewtopic.php?f=4&t=9249&highlight=

A.


Si avevo capito.. Ho detto che userò un quadrotto, ma anche uno spezzone di tavola radiale e una piana. Osserverò più pezzi (varie forme come ho scritto), significherà avere più dati, magari scopro qualcosa di nuovo.. sicuramente piano e radiale vengono da tavole diverse

Bella idea quella del link. In quel caso il piano è libero e le gambe fanno leva, ma io non devo risolvere quel problema. Il piano è stabile. Nel caso, sotto il piano sono avvitati i due quadri di massello 3 cm, pensano anche loro a tenere il piano in piano, piano piano


ebanisteriameccanica [ Ven 11 Gen, 2019 13:49 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Arsenico ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Se metti una bacchetta tagliata con le fibre di testa (ovvero parallele a quelle del tavolo) al primo movimento ti si fessura . La bacchetta trasversale infatti, strutturalmente, avrebbe proprio il compito di tenere unite le tavole....un po' come nella costruzione dei tavoli "breadboard".

Concordo sulla scelta estetica, anche se io stesso, se uso tavole non radiali, preferisco alternare gli anelli di crescita per avere una superficie finale che tende ad ondulare anziché imbarcare (enfatizzando la distorsione).


Fermo restando che comunque trovare un unica bacchetta tagliata di testa da 74 cm sia mooolto difficile, anche secondo me come avevo scritto, nel caso potrebbe spaccare. Ho messo la bacchetta trasversale proprio con l'intento di tenere unite le tavole, ho avuto solamente quei movimenti che ho descritto nei primi post, niente di eccessivo, ma credo si possa fare di meglio. Il post di Bafman mi ha dato spunto per riflettere e ho pensato che magari, una bacchetta con fibra trasversale possa essere una soluzione. Pensando alla lunghezza difficile da reperire si potrebbe raggiungere con 2 bacchette che convergano al centro, sicuramente anche l'effetto sarebbe bello. Come resistenza avrei un compromesso tra bacchetta di traverso e bacchetta di punta. che ne pensate?

Aggiungo: con bacchetta a fibra trasversale intendo che la fibra della bacchetta sia obliqua


ac445ab [ Ven 11 Gen, 2019 14:53 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
Non vedo il pericolo che quel piano possa spaccarsi, se eseguito con legno stagionato e incollato per bene nei suoi elementi.
Se vuoi mettere quel listello così com’è ed evitare problemi, potresti incastrarlo, invece di incollarlo....ad esempio una sezione a coda di rondine..


ebanisteriameccanica [ Sab 12 Gen, 2019 11:00 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
ac445ab ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Non vedo il pericolo che quel piano possa spaccarsi, se eseguito con legno stagionato e incollato per bene nei suoi elementi.
Se vuoi mettere quel listello così com’è ed evitare problemi, potresti incastrarlo, invece di incollarlo....ad esempio una sezione a coda di rondine..


Neanche io vedo il pericolo che si possa spaccare il piano, parlavo della bacchetta tagliata di testa


ac445ab [ Sab 12 Gen, 2019 11:49 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
ebanisteriameccanica ha scritto: [Visualizza Messaggio]


Neanche io vedo il pericolo che si possa spaccare il piano, parlavo della bacchetta tagliata di testa


Mi sa che non ho capito cosa intendi con tenere unite le tavole:

ebanisteriameccanica ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Ho messo la bacchetta trasversale proprio con l'intento di tenere unite le tavole, ho avuto solamente quei movimenti che ho descritto nei primi post, niente di eccessivo, ma credo si possa fare di meglio.


Il movimento del piano in senso trasversale occorre assecondarlo, difficile impedirlo. Se non si può allargare, perchè gli viene impedito meccanicamente, potrebbe allora imbarcarsi. Il discorso vale per me anche per il fissaggio dei piedi. Idem per fissaggio tra piano e “gambe”.
Poi magari non succede un bel niente perchè l’ambiente in cui si trova il tavolo non ha importanti oscillazioni climatiche.....però nel corso della sua vita potrebbe essere maggiormente esposto....


bafman [ Sab 12 Gen, 2019 16:11 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
La mia considerazione non partiva dall'esperienza ma da due assunti:
- due legni (piano e listello) che abbiano simili coefficienti di dilatazione in funzione della variazione di umidità (si trova letteratura empirica al riguardo) è ragionevole ritenere che possano essere accoppiati con la direzione delle fibre congruente senza che generino tensioni l'un con l'altro;
- la poca tenacità del listello ricavato tagliando una tavoletta di testa potrebbe comunque bastare per non far crepare nulla, se la prima assunzione è confermata.

A questo aggiungo il pensiero che SE il listello viene incastrato (al punto da far bastare un punto di colla al centro) non vedo come possa manifestarsi il problema.

E per concludere... preferirei il listello in testa con una fessura piuttosto che un piano pendente sotto il peso dei libri.


ebanisteriameccanica [ Ven 18 Gen, 2019 21:53 ]
Oggetto: Re: Tavolino Da Salotto Disquadro
D'accordo con tutto, bisogna solo trovare un equilibrio tra le teorie




Powered by Icy Phoenix based on phpBB