Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 1 di 2
Vai a 1, 2  Successivo
 
I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli
Autore Messaggio
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli 
 
Ciao forse l'argomento è già stato trattato ma vorrei sapere se 25 e 30 gradi vanno bene per qualsiasi tipo di scalpello. Alcuni danno altre angolazioni 25,35,33 se non ricordo male per ogni lama.  
Seconda domanda le pietre diamantate le devo bagnare prima di usarle?
 




____________
… i GRAZIE sono sempre pochi!

 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli 
 
per le angolazioni degli scalpelli  
- Europei da lavori ordinari-pesanti: bevel primario 25° + secondario 30°
- Europei da lavori regolari: 25° + 2°
- Europei da pareggio: 25°
- Jap (oire nomi): 30°
- Jap da pareggio 25°
- Bedani europei: 25° + 10°
 




____________
Image
LUCEAT LUX VESTRA
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli 
 
baf ha scritto: [Visualizza Messaggio]

Seconda domanda le pietre diamantate le devo bagnare prima di usarle?


Assolutamente si.  
 




____________
Ciao
Edo

Ad hebraicam confugitis veritatem .... et viribus claritatem inveneritis ....
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli 
 
Mi permetto di aggiungere, a conferma di quanto detto, che più il lavoro è "pesante" più devo aumentare i gradi per evitare che il tagliente si rovini velocemente.
Inoltre se il metallo dello scalpello è duro (per es. l'A2 è più duro dell'O1 ma scheggia più facilmente) è necessario aumentare l'angolo di affilatura.
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli 
 
p1rf1 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
per le angolazioni degli scalpelli  
- Europei da lavori ordinari-pesanti: bevel primario 25° + secondario 30°
- Europei da lavori regolari: 25° + 2°
- Europei da pareggio: 25°
- Jap (oire nomi): 30°
- Jap da pareggio 25°
- Bedani europei: 25° + 10°


Quali sono le caratteristiche degli scalpelli per lavori ordinari-pesanti, regolari o di pareggio?
 




____________
… i GRAZIE sono sempre pochi!

 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli 
 
uno scalpello per lavori pesanti è quello che viene definito di norma "firmer" ossia con i lati squadrati rispetto al dorso; gli scalpelli ordinari sono di norma i "bevel edge" ossia con i lati inclinati, cosa che rende la lama + delicata (o incline alla flessione) ma anche + versatile (si possono pulire le code di rondine ed altri incastri in modo + agevole). Una via di mezzo sono i "firmer bevel edge" che hanno gli angoli smussati ma in sezione la lama ha forma trapezoidale. Questi ultimi sono indirizzati a lavori di vario tipo ed unendo le caratteristiche di entrambi gli scalpelli sono considerati scalpelli da uso generale (che per i puristi significa "ne carne ne pesce"!).

Per intenderci ti mostro un disegnino delle lame in sezione:

 Image

esempi di scalpelli bevel edge sono ad esempio i Lie-Nielsen o gli Ashley Iles MKII; la AI fa anche dei robustissimi firmer; i two cherries o i Bahco 425 sono invece dei firmer bevel edge.


Detto questo la scelta dell'angolo cui affilare uno scalpello dipende da quello che ci devi fare e dal tipo di acciaio con cui è realizzato.
Se il lavoro che è chiamato a fare la lama è delicato (pareggio ad esempio) o in condizioni particolari (di testa) è bene usare un angolo basso; se si deve asportare materiale con durezza occorre avere uno smusso resistente, quindi meglio un angolo alto; per quanto riguarda gli acciai invece, per i giapponesi e gli A2 meglio angoli da 30° in su, per l'acciaio O1 vanno bene anche angoli bassi.
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli 
 
ehm, Doc... d'accordo su quasi tutto a proposito degli usi,
e sugli scalpelli più recenti di produzione industriale è sicuramente come dici tu,  
però i dizionari Inglesi  parlano del firmer ancora come di uno scalpello a lama sottile.

Firmer (fûr'mər)
n.
A chisel or gouge with a thin blade, used to shape and finish wood by hand.

[French fermoir, from Old French, alteration (influenced by fermer, to make firm) of formoir, from former, to form, from Latin fōrmāre, from fōrma, form.]


e in effetti specie fra la cose un po' datate,
si trovano parecchi scalpelli molto sottili con profilo rettangolare,

per es. uno dei miei J.B. Addis da 10mm (3/8") ha uno spessore che va dai 3 mm al codolo a 1,2 alla punta, e gli altri più "pesanti" comunque vanno da 4 a 2mm.
(così come quelli a sezione mezza tonda per le code di rondine).

Stesso discorso per i vecchi firmer nostrani Stella Bianca,
anch'essi piuttosto sottili, anche se non come gli Addis.

IMHO,
indipendentemente dalla forma, penso che la cosa più evidente che distingue uno scalpello per lavori leggeri da uno per lavori pesanti, sia lo spessore della lama e del codolo.

Inoltre aggiungerei che lame forgiate a regola d'arte, giapponesi o europee che siano,
reggono bene angoli di affilatura più bassi rispetto a strumenti più dozzinali.
 




____________
Have a bright day

Ciro Marzio
liutaio e progettista audio
 
ProfiloInvia Messaggio PrivatoGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli 
 
si, perchè i bevel edge sono una "invenzione" relativamente moderna; tempo addietro si usavano gli scalpelli a sezione rettangolare (firmer) anche poco spessi (alti 2-3 mm). Nella produzione attuale i firmer sottili sono scomparsi (e personalmente la cosa mi pare anche ragionevole)
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli 
 
A proposito di acciai. Su eBay esiste una enorme scelta di scalpelli e ho sempre acquistato scalpelli "vintage" pensando che come acciai siano migliori di quelli odierni. Però ho anche dei dubbi, perché anche in epoche dove l'idea dell'usa e getta non era ancora radicata come oggi, comunque ci saranno state dei prodotti economici che andavano incontro a esigenze più modeste di utilizzo. È possibile realizzare velocemente una classifica di marche che possano essere considerate migliori di altre? Giusto per valutare se è meglio un Addis rispetto a un Ward o ad un I & H.Sorby.
Grazie anche per le esaustive spiegazioni
 




____________
… i GRAZIE sono sempre pochi!

 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli 
 
Ho notato che il filo dello scalpello non è perfettamente perpendicolare alla lama e che questa è tronco conica; chiedo: la perpendicolarità è indispensabile come in una pialla o si può tollerare un fuori squadra?
 




____________
… i GRAZIE sono sempre pochi!

 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli 
 
Dipende cosa devi fare.
In alcune applicazioni non è 100% necessario, ma, se pensi per esempio di dover creare uno scasso o mortasa per una cerniera a libro allora deve essere il più perpendicolare possibile.
Il problema non è l'angolo dove è acuto, ma l'altro, dove è ottusangolo non riuscirai mai ad arrivare a battuta nell'angolo.
Ciao,
Alberto
 




____________
Ciao,
Alberto
 
ProfiloInvia Messaggio PrivatoGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli 
 
baf ha scritto: [Visualizza Messaggio]
A proposito di acciai. Su eBay esiste una enorme scelta di scalpelli e ho sempre acquistato scalpelli "vintage" pensando che come acciai siano migliori di quelli odierni. Però ho anche dei dubbi, perché anche in epoche dove l'idea dell'usa e getta non era ancora radicata come oggi, comunque ci saranno state dei prodotti economici che andavano incontro a esigenze più modeste di utilizzo. È possibile realizzare velocemente una classifica di marche che possano essere considerate migliori di altre? Giusto per valutare se è meglio un Addis rispetto a un Ward o ad un I & H.Sorby.
Grazie anche per le esaustive spiegazioni


A mio personalissimo parere i migliori vintage che si possano trovare sono gli Erik Anton Berg, ne ho appena finito di sistemare un set da 6 e devo dire che vanno una favola.
Li cambierei solo per dei Lie Nielsen o per dei Blue Spruce...
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli 
 
fra i marchi di elite,
oltre ai gia citati Berg,

alcuni che danno una vera garanzia di prestazioni costantemente elevate,
sono:
1 & 2) S.J Addis; J.B. Addis
poi entrambi i fratelli sono entrati per un certo periodo a far parte dell'orbita Ward,
di cui erano i prodotti di punta)
 i loro prodotti migliori sono quelli del periodo 1850-1890,
quelli successivi sono Ward, comunque validi fino alla prima guerra mondiale.

3) Ward e/o Ward & Paine,

4) Isaac Greaves laminati

5 Marples laminati

anche per questi altri marchi il livello qualitativo scende grosso modo dal 1915 in poi
 




____________
Have a bright day

Ciro Marzio
liutaio e progettista audio
 
ProfiloInvia Messaggio PrivatoGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli 
 
Nyagatwa ha scritto: [Visualizza Messaggio]
fra i marchi di elite,
oltre ai gia citati Berg,

alcuni che danno una vera garanzia di prestazioni costantemente elevate,
sono:
1 & 2) S.J Addis; J.B. Addis
poi entrambi i fratelli sono entrati per un certo periodo a far parte dell'orbita Ward,
di cui erano i prodotti di punta)
 i loro prodotti migliori sono quelli del periodo 1850-1890,
quelli successivi sono Ward, comunque validi fino alla prima guerra mondiale.

3) Ward e/o Ward & Paine,

4) Isaac Greaves laminati

5 Marples laminati

anche per questi altri marchi il livello qualitativo scende grosso modo dal 1915 in poi


Meglio dell'enciclopedia
 




____________
Ciao,
Giuliano

WOODWORKING BY HAND (PLANES)
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: I Gradi Dell'affilatura Negli Scalpelli 
 
…i Sorby come sono?
 




____________
… i GRAZIE sono sempre pochi!

 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:   
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 1 di 2
Vai a 1, 2  Successivo

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario