Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 1 di 2
Vai a 1, 2  Successivo
 
Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla
Autore Messaggio
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla 
 
Visto che si è parlato di lime vi propongo un articolo scritto parecchia anni orsono da Paulhass per il gruppo di discussione it.hobby.fai-da-te.
Per i più giovani: i gruppi di discussione (o newsgroup) erano la cosa che c'era quando non esistevano ancora i forums. Io ne parlo al passato, ma magari esistono ancora. Mi informerò.
Paulhass era una leggenda, sia per cultura tecnico-scientifica che per capacità espositiva.
Potete ancora leggere i suoi post su google groups. Qui c'è quello sulle lime a cui mi riferisco:
http://groups.google.com/group/it.h...738b8dc3ac211f9

Lo riproduco qui integralmente.
Leggetelo che ne vale la pena.

-------

Come suggeriva Fabbrogiovanni in un post di alcuni giorni orsono,
ecco sfornato :
"Tutto quello che avreste voluto sapere sulle lime  ma non avete mai
osato chiedere".
A ciò mi ha indotto, oltre la sollecitazione del Gran Maestro dei Metalli,
la convinzione che molti siano informati di più sugli elettroutensili
che non sulle semplici attrezzature manuali.
Una umile lima od una banale pialla da legno sono  utensili poco
apprezzati, considerati di poco conto e di utilizzo non gratificante.
Molto meglio servirsi, ed ancor di più discettare, di trapani
"cordless-reversibili-battenti- avvitatori- elettronici-autoserranti-
io ce l' ho più grande del tuo-ecc."
La consapevolezza che saper usare una pialla a mano insegna molte
più cose della lavorazione del legno che  un intero manuale sul fai.da.te
è per lo più negletta, o, se sospettata, accuratamente rimossa dalla
mente del moderno bricoleur tecnologico.

Tanto per restare nel tema scherzoso proposto da Fabbrogiovanni,
queste semplici note sulle lime per metalli ed il loro uso le ho redatte
in forma di FAQ.
Chi, oltre alle mie, volesse aggiungerne dalle altre, sarà il benvenuto.

D. Cosa è una lima ?
D. Quanti tipi di lime ci sono ?
D. Come funziona una lima ?
D. Quali sono le forme più comuni di lime ?
D. Cosa vuol dire "taglio bastardo" ?
D. Come definire la grandezza di una lima ?
D. Qual' è la lima giusta per i varii materiali ?
D. Come chiedere correttamente in negozio una lima ?
D. Quanto è la durata di una lima ?
D. Come si usa correttamente una lima ?
D. Ci sono degli accorgimenti per migliorare il lavoro di limatura ?
D. Cosa posso fare delle lime che non tagliano più ?

D. Cosa è una lima ?
R. Una lima è un' utensile manuale ad asportazione di truciolo, definizione
     alla quale si dovrebbe aggiungere l' aggettivazione "multiplo", perchè
     i taglienti sono in numero di diverse migliaia.
     Dal punto di vista dell' azione meccanica,  non vi è alcuna
     differenza tra come  il metallo viene lavorato da una lima rispetto
     ad una fresa od un utensile da tornio.
     Ogni singolo tagliente della lima è un utensile  a sè stante, con  i
     suoi.angoli di lavoro caratteristici.
    Il fatto che su un unico supporto ne siano stati radunati
    in gran quantità   non ne cambia le proprietà di azione.

D. Quanti tipi di lime ci sono ?
R. Un' infinità, secondo i criteri di classificazione.
     In relazione all' uso, possiamo distinguere tra lime a mano e lime
     a macchina, peraltro quest' ultime non riguardanti il fai da te.
     Secondo l' impiego possono essere di tipo comune (per meccanica),
     lime di precisione per stampisti, per tornio, per metalli teneri,  per
     affilare seghe, per carrozzeria (flessibili), e molte altre.
     Dal punto di vista commerciale, le lime possono essere di tipo
     "a mazzo" , oppure "a dozzina", queste ultime generalmente più
     pregiate.
      Secondo la tecnologia di costruzione, le lime possono essere
      di tipo "intagliato" (cioè con i solchi realizzati a mezzo di
      scalpelli), oppure a dentatura fresata, più pregiate e che costano
      molto di più delle prime.
       Fanno parte della famiglia anche le cosiddette "lime rotative",
       cioè delle specie di fresette da utilizzare con i manipoli flessibili
       o le molatrici ad aria compressa, molto comode da usare sui
       metalli teneri od in posti angusti.

D. Come lavora una lima ?
R. Se osservate attentamente una lima, noterete che i numerosi utensili
    elementari sono generati da due serie di intagli che si incrociano a
    formare  tanti piccoli scalpelli inclinati leggermente nel senso
   del taglio.
    Il secondo taglio è sempre più fitto del primo in maniera che le file
    dei denti,  (guardando verso l' estremità della lima), appaiono
    secondo linee inclinate da sinistra a destra. In tal modo la lima
    scaricherà facilmente la limatura  prodotta e potrà essere usata
    senza che scivoli o righi il pezzo in lavoro.
   Alcuni tipi di lime hanno una sola direzione di intaglio, e vengono usate
   su materiali tenaci e facili ad impastarsi, come l' alluminio.

D. Quali sono le forme più comuni di lime ?
R. Bisogna distinguere tra "forma in pianta" e "profilo". Le due tipologie
    tra l' altro sono combinate tra loro e danno luogo ad un gran numero
    di casi.
    La forma in pianta può essere "parallela" od "a punta", a seconda se la
    sezione della lima rimane costante dal codolo all' estremità oppure è
    decrescente verso quest' ultima direzione.
    Il profilo, (cioè la sezione normale all' asse della lima)  invece può
    essere :
    - piatto o rettangolare
    - mezzotondo
    - doppio mezzotondo (raro, chiamato anche "a foglia di salvia")
    - tondo
    - triangolare
    - quadro
    - a coltello
    - a doppia cuspide (raro)
    Come dicevo sopra, combinando le due tipologie si possono avere
    lime adatte ad ogni impiego. Ad esempio, una lima tonda a punta è
    il classico "tondino" per allargare fori, mentre una lima tonda
    parallela sarà una  lima  adatta all' affilatura delle seghe-catena.
    Una forma speciale di lime sono quelle curve (rifflers o rifloirs),
    usate per lo più dagli stampisti per limare parti concave o comunque
    lavorare superfici curve od in piano ma  localizzate.

D. Cosa vuol dire "taglio bastardo" ?
R. Dal momento che le lime si usano a mano, e quindi non è possibile
    controllare l' avanzamento di lavoro, si è dovuto variare la grossezza
   degli intagli in funzione del tipo di finitura richiesta, similmente alla
   "grana" delle carte e tele abrasive.
   Perciò per lavori di sgrossatura si useranno lime aventi denti più
   grossi e radi, e per lavori di finitura il contrario.
   Anzichè usare una numerazione per definire la grossezza d' intaglio
   (come si usa per le carte abrasive), per le lime si adopera
   una classificazione più colorita :
  - a "taglio bastardo" è  la lima con grossezza d' intaglio maggiore
  - a "taglio mezzodolce" una via di mezzo
  - a "taglio dolce" è una lima adatta per lavori di finitura
  Per la verità, ci sono anche lime "a taglio grosso" per lavori di forza,
  ed a "taglio extradolce" per lisciature, ma non riguardano l' ambito
  del fai da te.
  La grossezza d' intaglio è determinata dal numero di righe incise
   per ogni cm di lunghezza, contati sul secondo taglio (ricordate che
  avevo detto che il secondo taglio è sempre più fitto del primo ?).
  La grossezza d' intaglio però non è fissa e determinata dal tipo
  di taglio, ma dipende anche dalla lunghezza della lima.
  Cioè la grossezza del taglio mezzodolce di una lima piccola può anche
   essere più piccolo di quella del taglio dolce di una lima parecchio
   più lunga.
   Spero di non aver confuso troppo le idee. Per chiarezza faccio un
   esempio.
   Una lima a taglio mezzodolce pittosto piccola ha una grossezza di
   intaglio pari a circa 22 righe/cm.
   Una lima a taglio dolce molto lunga invece arriva a 18-20 righe/mm.
   Sembra un' assurdità ma è così.
   Credetemi sulla parola.

D. Come definire la grandezza di una lima ?
R. La grandezza, o meglio la misura della lunghezza delle lime si misura
     per tradizione in pollici.
     Le misure correnti (codolo escluso) sono comprese tra 6  e 12
     pollici, con qualche tipo esteso in basso a 4 pollici, ed in alto a 14
     pollici.
     Fanno eccezione le piccole lime per meccanica di precisione, chiamate
     correntemente lime "ad ago" od "a coda di topo", che sono in millimetri
     (da 120 a 180 mm), e delle quali il codolo ne costituisce quasi la
     metà.

D. Qual' è la lima giusta per i vari materiali ?
R. Distinguiamo tra alcune classi di materiali, alle quali corrisponde
    un tipo di lima specifico :
   - materiali ferrosi in genere, con aggiunta delle leghe di rame
    (ottone e bronzo)
   - metalli teneri, come l' alluminio ed il piombo/stagno
   - materie plastiche
   Per il primo caso sono adatte le lime normali, con l' avvertenza che
   le lime usatre sul bronzo non devono essere usate per altri metalli,
   perchè riportate sul bronzo non tagliano più.
   Per i metalli teneri come l' alluminio, dove è facile impastare
   l' utensile e rigare di conseguenza il lavoro, si usano lime
   ad una sola direzione di taglio (che risulta quasi perpendicolare
   all' asse della lima), oppure con taglienti a profilo di  arco
   di cerchio.
   Per le materie plastiche si usano lime particolari che assomigliano
   ad una grattugia. Cioè hanno dei fori sulla superficie di lavoro che
   favoriscono lo scarico dei trucioli. Sono anche chiamate "pialle-lima".
  Ad esempio, la Stanley produce una serie di  pialle-lima con il nome
  depositato di "Surform".
   Per materiali da limare particolarmente resistenti, come gli acciai
   delle seghe catena, oppure acciai temprati in genere, esistono lime
   particolari ad elevata durezza superficiale.

D. Come chiedere correttamente in negozio  una lima ?
R. Con i termini spiegati più sopra, dovreste essere in grado di definire
     correttamente la richiesta.
     Facciamo l' esempio dell' acquisto di una lima che non può mancare
     a nessun bricoleur. La lima "che più lima non si può".
     "Per favore, mi dia una lima per metalli lunga 10 pollici, a taglio
     mezzodolce, parallela a profilo rettangolare".
     Ulteriori  necessità  potrete  soddisfarle al momento, combinando
     i termini seduta stante, sino a giungere a richieste così ardite
    da prefigurare  un allontanamento forzoso dal negozio !
     Vi prego caldamente di acquistare  solo lime di buona qualità,
     escludendo tassativamente le lime vendute già manicate in plastica
    dei varii Brico.
    Le lime sono attrezzi molto semplici, ma piuttosto costosi e non
    si deve risparmiare sulla qualità.
    Una  lima da 14 pollici di qualità superiore può costare quasi come
     un trapano elettrico "cinese" in offerta al Lidl, ma i quattrini non
    saranno mai stati spesi così bene.

D. Quanto è la durata di una lima ?
R. Una buona lima da meccanico ha una durata di circa 16.000 colpi
    per ciascuna faccia di lavoro. Non conviene insistere oltre.
    Dal momento che non mi aspetto che qualcuno conti i colpi di lima
    e ne tenga conto, vi aiuto a valutare quando sostituirla.
    Se sarete dei bravi aggiustatori meccanici, darete circa 40-50 colpi di
    lima al minuto, il che fà per 16.000 colpi una durata di circa  6 ore
    di lavoro per faccia.
    Se vorrete farla durare di più, e sudare di meno, limate ad una  cadenza
    inferiore. Per una cadenza pari ad un colpo o due ogni minuto,
    è garantita una durata quasi illimitata.
    Se dovete limare pezzi particolarmente duri, di norma NON utilizzate
    lime nuove. Perderanno subito il filo. Meglio faticare un po' di più
    con una lima già usata.

D. Come si usa correttamente una lima ?
R. Dipende dal lavoro. Molto spesso la risposta dovrebbe essere
   "come si può",  perchè le condizioni di lavoro possono essere le più
    varie.
    E' meglio quindi rispondere alla domanda ipotizzando il caso migliore,
    cioè quello di lavoro di aggiustaggio al banco. Sapendo l' optimum,
    ognuno sarà  in grado, qualora le condizioni si discostassero,
    di togliere quelle impossibili da mantenere.
    Cominciamo col dire che il banco di lavoro deve essere stabile e
    robusto,  munito di una morsa adeguata per grandezza al pezzo da
    serrare.
    Le migliori sono quelle in acciaio forgiato, seguite da quelle in ghisa.
    Evitate le morse a base girevole, fonte di vibrazioni.
    Inutile dire che se dovete serrare materiali teneri o lavorati (un caso
    molto frequente sono i gambi filettati), dovrete applicare  alle
    ganasce della morsa i guancialetti teneri, autocostruiti con un pezzetto
    di lamierino di alluminio od anche in lamiera di piombo.
    L' altezza giusta della morsa determina la fatica nel limare.
    Un buon metodo di controllo di questa misura è il seguente, riportato
    da tempo immemorabile con tanto di figurina su tutti i varii manualetti
    per i congegnatori meccanici.
    Ponetevi in piedi accanto la morsa, serrate a pugno la mano e poggatela
     sotto il mento. L' altezza del gomito è quella giusta per limare con la
     minima fatica. Và bene anche qualche cm più sotto.
     La lima deve essere sempre manovrata parallela al piano da eseguire,
     od eventualmente tangente alla curva da realizzare.
     Il lavoro deve risultare un movimento rettilineo e cadenzato di và e
     vieni, sfruttando tutta la corsa utile della lima ed esercitando la
     pressione di lavoro  solo nella corsa in avanti.
     La pressione deve aumentare progressivamente sino a metà corsa,
     per poi diminuire nella seconda metà della corsa utile.
     Nel ritorno non si deve esercitare alcuna pressione, perchè si
     usurerebbero  inutilmente le sommità dei denti.
     Oltre al movimento in avanti, ad ogni corsa in  si deve spostare
     la lima  lateralmente sul pezzo, di una misura pari a circa metà
     larghezza della lima.
     Completata una  passata  su tutta la superficie del pezzo, la
     successiva và incrociata a 90° con la prima.
     La pressione di lavoro deve essere data alla lima dal palmo della mano
     sinistra nei lavori di grosso, e solo dal pollice nei lavori di
     finitura o nel caso d' uso di lime di piccola dimensione.

D. Ci sono degli accorgimenti per migliorare il lavoro di limatura ?
R.  Le lime sono utensili a bassissima produttività, e quindi si deve
      impiegare ogni accorgimento per migliorarne il rendimento.
      1.000 colpi di una lima media producono solamente 15 grammi
      di limatura. Se vi sembra troppo poco, comunque, paragonate
      questo peso a quello di 1.000 pallini di piombo del diametro
      di 1 mm, e vi consolerete.
       Se non ci credete, provate a fare il calcolo !
      Le lime quindi non devono essere maltrattate.
      E' vietato usarle come leve  di fortuna , sbatterle tra loro od usarle
      su materiali impropri.
     E' bene ungererle con parsimonia prima dell' uso con un po' d' olio,
     (non grasso)  e se tendono a trattenere la limatura non insistere.
     Ci sono appositi spazzolini per liberare la dentatura dai trucioli
     aderenti. Usateli.
     Se i trucioli sono di alluminio, e  proprio non si liberano,
     scioglieteli  immergendo la lima in una soluzione di soda caustica,
     neutralizzando alla fine con acido nitrico diluito.
     Occhio alle prescrizioni di sicurezza!
     Per limare l' ottone ed il bronzo, è opportuno gessare la lima
     sfregandola con un pezzettino di gesso.

D. Cosa posso fare delle lime che non tagliano più ?
R. La risposta migliore è quella di non buttarle!
    Anche se non é proprio il massimo, con le lime vecchie, togliendo
    i denti con una flex e sagomandole alla mola si ottengono dei buoni
    raschietti, scalpelli e bedani a costo zero, che possono essere
    maltrattati senza rimpianti.
    Chi ha un tornio da legno potrà divertirsi a farsi tutti i ferri che
    vuole, profilandole a piacere dopo averle opportunamente  manicate
   Lascio alla fantasia dei bricoleurs altre applicazioni.
    Per quanto mi riguarda, l' ultimo riciclo è stato quello della
    trasformazione delle vecchie lime mezzotonde in attrezzi per scalzare
    le infestanti in giardino. Con questo sistema ho vinto la battaglia
    contro il tarassaco nel pratino.

Cordialità.

                  Paul

Addendum:

> D. Si puo' recuperare una lima arrugginita ?

   R. Se taglia ancora, e quindi ne vale la pena, sì.
       Si toglie la ruggine immergendo la lima in acido cloridrico,
       spazzolando in profondità, poi  si risciaqua.

> D. E' corretto oliare una lima per preservarla dalla ruggine ?

    R. Sì. le lime vanno sempre tenute leggermente unte con uno
        straccetto oliato, sia quando si lavora che per riporle.
Cordialità.

              Paul
 




____________
Ciauz,
Andrea, complessato.

L'angolo di spoglia inferiore.
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla 
 
...moolto interessante......


....googlando ho visto che c'è ancora ma non ho approfondito se in funzione o no.
 




____________
--------------------------------------------------------------
.........Tùpac Amaru II............
------------------------------------
Massimo
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla 
 
[quote user="artista" post="117019"]...moolto interessante......

Quoto.
Grazie mille
 




____________
Ciao. Gin
Anche l’ora più nera ha solo sessanta minuti. (Morris Mandel)
 
ProfiloInvia Messaggio PrivatoGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla 
 
Davvero un bel argomento, ricco di dettagli importanti, ho qualche domanda da fare:
sopra viene citata la grossezza di taglio della lima mezzadolce che ha cira 22righe/cm e la lima a taglio dolce ha 18-20righe/cm, non si parla però della lima bastarda.
Quindi contando le righe stabiliamo che tipo di lima si tratta se è più o meno grossolana?
Le lime in quali materiali non devono essere usate?
Che tipo di olio si può usare per ungere le lime?
Grazie
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla 
 
E' un argomento interessante....
Se devi limare un acciaio temprato meglio usare lime diamantate(e non quelle tradizionali) che costano un po', ma penso che per noi hobbisti non ci sara' mai questa necessita'.
Io so che le lime non vanno unte.
Se una lima ha i taglienti sporchi d'olio non attacca sull'acciaio che si sta limando, scappa via e si rischia di sbattere le dita sul pezzo e ci si fa male alle dita ..
e son dolori...
ciao
 




____________
saluti, gwood
 
ProfiloInvia Messaggio PrivatoGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla 
 
Molto interessante!
 




____________
Ciao,
Pinella
 
ProfiloInvia Messaggio PrivatoGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla 
 
gwood ha scritto: [Visualizza Messaggio]
E' un argomento interessante....
Se devi limare un acciaio temprato meglio usare lime diamantate(e non quelle tradizionali) che costano un po', ma penso che per noi hobbisti non ci sara' mai questa necessita'.
Io so che le lime non vanno unte.
Se una lima ha i taglienti sporchi d'olio non attacca sull'acciaio che si sta limando, scappa via e si rischia di sbattere le dita sul pezzo e ci si fa male alle dita ..
e son dolori...
ciao


... sai GW che qui si instaura un paradosso, in teoria l'olio dovrebbe rendere scivolosa la lima ma in pratica non lo fà anzi la fà mordere meglio come succede anche nel taglio del vetro con la rotellina...........logicamente la lima non devi affogarla nell'olio ma solo ungerla....non sono un chimico ma questo
dovrebbe avere a che fare col discorso che la sua viscosità crei più calore  e quindi un effetto di frizione................prendi con le pinze ciò che ho detto
perchè probabile che sia una stronzata.......

 x Steven, bastarda è un termine nato e abusato quando non si conosce una lima........nella pratica rsulta essere una lima media.........come olio va benissimo l'abusatissimo WD40 se ce l'hai meglio uno spray da taglio.............come materiali viene da sè e cioè quelli in cui non attaca come acciai temprati e roba che impasta come parti con residui di vernice e simili anche se poi puoi pulirle.....

....una cosa aggiungerei a Paulhass, non so se è scritta perchè non ho ancora letto, per pulire e ravvivare un'attimino le lime basta strofinarle con un pezzo di carbonella.
 




____________
--------------------------------------------------------------
.........Tùpac Amaru II............
------------------------------------
Massimo
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla 
 
Molto interessante.....
Per quanto riguarda le lime esaurite, qualche volta le ho utilizzate per ricavarci lame particolari per pialla, come incorsatoi, pialle da modanatura, piccole sponderuole...ottime!
 




____________
Ciao,
Giuliano
PIALLE CHE PASSIONE

WOODWORKING BY HAND
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla 
 
ac445ab ha scritto: [Visualizza Messaggio]

Per quanto riguarda le lime esaurite, qualche volta le ho utilizzate per ricavarci lame particolari per pialla, come incorsatoi, pialle da modanatura, piccole sponderuole...ottime!


Ma le hai stemprate, lavorate e ritemprate o le hai lavorate "a freddo", senza togliere la tempra?
 




____________
Ciauz,
Andrea, complessato.

L'angolo di spoglia inferiore.
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla 
 
Andrea ha scritto: [Visualizza Messaggio]
ac445ab ha scritto: [Visualizza Messaggio]

Per quanto riguarda le lime esaurite, qualche volta le ho utilizzate per ricavarci lame particolari per pialla, come incorsatoi, pialle da modanatura, piccole sponderuole...ottime!


Ma le hai stemprate, lavorate e ritemprate o le hai lavorate "a freddo", senza togliere la tempra?


Le lavoro a freddo, mola da banco e bacinella d'acqua per frequenti immersioni. I denti li levo solo sugli ultimi cm.
 




____________
Ciao,
Giuliano
PIALLE CHE PASSIONE

WOODWORKING BY HAND
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla 
 
      meglio non riesco a ringraziare...
 




____________
Ciao
Michele
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla 
 
Lo leggo con calma, nel frattempo grazie mille
 




____________
MEASURE ONCE, CUT TWICE.
Image
 
ProfiloInvia Messaggio PrivatoGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla 
 
artista ha scritto: [Visualizza Messaggio]

....googlando ho visto che c'è ancora ma non ho approfondito se in funzione o no.


Si, il newsgroup è ancora vivo e vegeto.
Purtroppo, leggendo qualche messaggio, mi è parso di capire che non si può dire la stessa cosa di Paulhass.
Che peccato. A me basterebbe avere un decimo delle sue competenze e proprietà dialettiche.

Giusto per stare in tema legnoso, mi è venuto in mente che un tempo aveva scitto un articolo su come costruirsi una levigatrice a disco partendo da un classico motore per lavatrice.
Eccolo:
http://www.costapra.com/ihf/paulhass/levig.html
E qui ci sono alcuni appunti supplementari:
http://groups.google.com/group/it.h...d574fda28d07c1e

Sempre in tema di motori per lavatrici e levigatrici, un altro utente di quel gruppo, ne aveva costruita una a rullo:
http://autocostruito.altervista.org/
E qui potete trovarne la discussione con i suggerimenti di Paulhass:
http://it.hobby.fai-da-te.narkive.c...e-autocostruita
 




____________
Ciauz,
Andrea, complessato.

L'angolo di spoglia inferiore.
 
Ultima modifica di Andrea il Lun 29 Ott, 2012 15:09, modificato 1 volta in totale 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla 
 
Buonasera a tutti voi, chiedo gentilmente chiarezza e cioè se si può riconoscere a occhio, se la lima che si ha in mano, è bastarda, è mezzadolce o è dolce?



perchè sopra nel post è scritto questa cosa, ma non ho capito molto bene: - la grossezza d' intaglio è determinata dal numero di righe incise
   per ogni cm di lunghezza, contati sul secondo taglio (ricordate che
  avevo detto che il secondo taglio è sempre più fitto del primo ?).
  La grossezza d' intaglio però non è fissa e determinata dal tipo
  di taglio, ma dipende anche dalla lunghezza della lima:-

cioè praticamente il secondo taglio di cui si parla, in una lima è rappresentato a righe incrociate? nel lato della lima dove il taglio è doppio?.........oppure mi sbaglio?
 



 
Ultima modifica di steven Sabata il Mar 20 Nov, 2012 23:38, modificato 5 volte in totale 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Utensili Manuali Ad Asportazione Di Truciolo Multipla 
 
steven Sabata ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Buonasera a tutti voi, chiedo gentilmente chiarezza e cioè se si può riconoscere a occhio, se la lima che si ha in mano, è bastarda, è mezzadolce o è dolce?



perchè sopra nel post è scritto questa cosa, ma non ho capito molto bene: - la grossezza d' intaglio è determinata dal numero di righe incise
   per ogni cm di lunghezza, contati sul secondo taglio (ricordate che
  avevo detto che il secondo taglio è sempre più fitto del primo ?).
  La grossezza d' intaglio però non è fissa e determinata dal tipo
  di taglio, ma dipende anche dalla lunghezza della lima:-

cioè praticamente il secondo taglio di cui si parla, in una lima è rappresentato a righe incrociate? nel lato della lima dove il taglio è doppio?.........oppure mi sbaglio?




Non c'è nessuno di voi che mi dà un aiuto.........
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:   
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 1 di 2
Vai a 1, 2  Successivo

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario