Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 3 di 3
Vai a Precedente  1, 2, 3
 
Cappotto Interno
Autore Messaggio
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Cappotto Interno 
 
zoki4691 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Albinos ha scritto: [Visualizza Messaggio]
zoki4691 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
[quote user="Albinos" post="379003"]Siccome anch'io ho una mezza idea di isolare termicamente dei muri di casa che sono particolarmente freddi e fanno condensa, con relativa produzione di muffa. Sono interessato al dibattito. Zoran dice di usare quei pannelli di polistirolo, che ho usato anch'io in alcune pareti di casa con buoni risultati, ma però va detto che con quelli il muro non traspira, e questo non è bene. Anche con il sughero il muro non traspira. La lana di roccia invece non è durevole nel tempo a livello di prestazioni. Invece io per casa mia, mi sto interessando a degli intonaci particolari, che sono isolanti termicamente e permettono un'ottima traspirazione. Solo che costano una fucilata. Una ditta mi ha chiesto per il solo materiale 40 euro al Mq. Ora sto aspettando le risposte di altre ditte, ma mi aspetto altre fucilate.[/quote]
Non sono panelli di polistirolo...

Ma è plastica, oppure un materiale traspirante?

Certo che traspirante , come sono traspiranti piastrelle , vetro ecc,,,  
Non sono panelli che devono per forza respirare , sono intonaci , rasature e anche pitture che respirano.
Quindi , sopra panelli di Depron o qualsiasi altro panello va fatta finitura . Finitura a base di calcio , gesso traspira .
Non si devono fare le seghe mentali con materiali isolanti altrettanto traspiranti ...

Invece si, perchè se non c'è traspirazione la muffa invece che formarsi sulla superficie del muro, si forma sotto il pannello che hai montato, e li è ancora peggio perchè non puoi rimuoverla. Non sono seghe mentali quelle della traspirazione, sono saperi che si tramandano i muratori da generazioni.
 




____________
.......dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior ......
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Cappotto Interno 
 
Sono arrivato tardi nel leggere il post!
Io ho "rifatto" una casa dei primi anni 90 con cappotto interno.
Pietravista fuori, 1cm di intercapedine, poraton. Questo è quello che aveva.
Con termotecnico, restrutturatore e geometra anbiamo deciso di posare dopo il poraton pannelli compositi di poliester e cartongesso.
Abbiamo però utilizzato una macchina ventilante per avere il ricambio dell'aria. Dato che il pavimento non permetteva di posare pannelli radianti e canaline, abbiamo calato la luce dall'alto e nel controsoffitto fatto girare i tubi per la ventilazione meccanica forzata.
Due anni che abitiamo qui e stendiamo i panni in casa. Nessun segno di muffe. Casa da 200mq scaldata e raffrescata a pavimento con pompa di calore. Consumo annuo 6000kw (lavorando poco con gli elettroutensili però)!!
La macchina ventilante serve ad avere un giro di aria pulita in entrata, scambio termico con l'aria in uscita cedendo il 90% almeno dell'energia termica. La macchina è della ditta aldes modello 370.
Ogni ora è impostata a cambiare 190m cubi di aria. Circa ogni 3 ore l'aria di casa è totalmente rinnovata.
I ponti termici con l'esterno ci sono e si sentono, specie nei muri portanti appoggiandoci le mani ma non ci sono tracce di umido da nessuna parte.
Nei bagni hanno usato l'isolante con l'aggiunta di barriera.   
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Cappotto Interno 
 
yodacin ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Sono arrivato tardi nel leggere il post!
Io ho "rifatto" una casa dei primi anni 90 con cappotto interno.
Pietravista fuori, 1cm di intercapedine, poraton. Questo è quello che aveva.
Con termotecnico, restrutturatore e geometra anbiamo deciso di posare dopo il poraton pannelli compositi di poliester e cartongesso.
Abbiamo però utilizzato una macchina ventilante per avere il ricambio dell'aria. Dato che il pavimento non permetteva di posare pannelli radianti e canaline, abbiamo calato la luce dall'alto e nel controsoffitto fatto girare i tubi per la ventilazione meccanica forzata.
Due anni che abitiamo qui e stendiamo i panni in casa. Nessun segno di muffe. Casa da 200mq scaldata e raffrescata a pavimento con pompa di calore. Consumo annuo 6000kw (lavorando poco con gli elettroutensili però)!!
La macchina ventilante serve ad avere un giro di aria pulita in entrata, scambio termico con l'aria in uscita cedendo il 90% almeno dell'energia termica. La macchina è della ditta aldes modello 370.
Ogni ora è impostata a cambiare 190m cubi di aria. Circa ogni 3 ore l'aria di casa è totalmente rinnovata.
I ponti termici con l'esterno ci sono e si sentono, specie nei muri portanti appoggiandoci le mani ma non ci sono tracce di umido da nessuna parte.
Nei bagni hanno usato l'isolante con l'aggiunta di barriera.   


Finalmente un post ragionevole!
Si parla di pannelli preaccoppiati cartongesso/XPS e negli ambienti più umidi anche la barriera vapore.
Il tutto unito ad un sistema di ventilazione forzata con recupero di calore, per eliminare l'umidità che inevitabilmente viene frenata dall'isolante posto all'interno della struttura!
Le stesse cose che dicevo sopra...
 




____________
Age quod agis!
 
Ultima modifica di Edo il Dom 10 Nov, 2019 10:55, modificato 1 volta in totale 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Cappotto Interno 
 
yodacin ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Sono arrivato tardi nel leggere il post!
Io ho "rifatto" una casa dei primi anni 90 con cappotto interno.
Pietravista fuori, 1cm di intercapedine, poraton. Questo è quello che aveva.
Con termotecnico, restrutturatore e geometra anbiamo deciso di posare dopo il poraton pannelli compositi di poliester e cartongesso.
Abbiamo però utilizzato una macchina ventilante per avere il ricambio dell'aria. Dato che il pavimento non permetteva di posare pannelli radianti e canaline, abbiamo calato la luce dall'alto e nel controsoffitto fatto girare i tubi per la ventilazione meccanica forzata.
Due anni che abitiamo qui e stendiamo i panni in casa. Nessun segno di muffe. Casa da 200mq scaldata e raffrescata a pavimento con pompa di calore. Consumo annuo 6000kw (lavorando poco con gli elettroutensili però)!!
La macchina ventilante serve ad avere un giro di aria pulita in entrata, scambio termico con l'aria in uscita cedendo il 90% almeno dell'energia termica. La macchina è della ditta aldes modello 370.
Ogni ora è impostata a cambiare 190m cubi di aria. Circa ogni 3 ore l'aria di casa è totalmente rinnovata.
I ponti termici con l'esterno ci sono e si sentono, specie nei muri portanti appoggiandoci le mani ma non ci sono tracce di umido da nessuna parte.
Nei bagni hanno usato l'isolante con l'aggiunta di barriera.   


Curiosita' in che zona abiti? complimenti per la soluzione del ricambio di aria
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Cappotto Interno 
 
Abito ad ozzano dell'emilia (bologna). Sono ai piedi delle colline ma vicino alla via emilia.

EDO Hai ragione , hai scritto tanto e bene. .

In pochi possono aver la fortuna di spazi grandi da poter ridurre ma allo stesso tempo poter avere una casa ben isolata e fatta "su misura".

La cosa interessante è il consumo che si riduce ad una sola bolletta... Ho però la 380v e 6 kw di potenza.

Come diceva edo però è importante seguire le indicazioni di un buon termotecnico. E non buono perchè fa spendere poco o buono perchè fa quello che dice chi commissiona il lavoro.
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Cappotto Interno 
 
yodacin ha scritto: [Visualizza Messaggio]
.

Come diceva edo però è importante seguire le indicazioni di un buon termotecnico. E non buono perchè fa spendere poco o buono perchè fa quello che dice chi commissiona il lavoro.


L'ingegnere non l'ho scelto per economia anzi...
Però sul discorso barriera al vapore e ventilazione forzata credo che avete ragione voi (Yodacin ed Edo)...
 



 
ProfiloInvia Messaggio PrivatoGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Cappotto Interno 
 
Ultimo lavoro che sto facendo , ancora sono li al cantiere , e una casa passiva.
La casa passiva si basa dunque sul concetto di costruzione a consumi molto ridotti. E’ progettata e costruita in modo da essere così ben isolata termicamente e in grado di sfruttare le condizioni ambientali esterne a suo favore, che il riscaldamento non è ottenuto mediante un normale impianto “attivo” a consumo energetico, bensì tramite tutte quelle che vengono chiamate fonti passive di calore: la radiazione solare, gli elettrodomestici, le persone.
Casa e prefabbricata , situata a Como , abitazione di 250 m2 . Fatta con panelli di legno spessore 18 cm , con capotto esterno di 20 cm di sughero , infissi triplo vetro ecc.
Al interno , come si dovevano sistemare tutti impianti , ho fatto controparete  di gesso (non cartongesso ) , e nel intercapedine ho messo lana di pecora da 5 cm . Lavori seguiti da architetto . (mi spiace che non posso mettere le foto per motivi di privacy ).
Un lavoro veramente impegnativo e grande .
Non ho visto da nessuna parte questa barriera di vapore ?
 



 
ProfiloInvia Messaggio PrivatoHomePageGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Cappotto Interno 
 
Ciao,
anche io ho fatto un cappotto interno, essendo in condominio e non riuscendo a convincere gli altri a farlo esterno... Ho isolato due locali, le camere da letto, che presentavano muffe in alcuni punti per lo sbalzo termico. I muri sono banali forati da 20. Ho consultato un rivenditore di pannelli in sughero della zona e mi ha consigliato di metterne da 6 cm di spessore. Ho fatto da solo circa 10 anni fa, con ottimi risultati. Sopra i pannelli rete in kevlar e rasatura/finitura. Fine delle muffe, locali molto confortevoli. Una stanza ha il calorifero chiuso e l'altra al minimo. Prima o poi farò anche gli altri locali, sono stato un po' pigro perché si sta comunque bene e non ci sono problemi particolari, ma prima o poi lo farò. Un po' di superficie calpestabile va persa... da tener presente se si sta già stretti. Ciao marco

Aggiunta: il discorso mazzette finestre isolando dall'interno mi sembrava poco significativo e così ho lasciato perdere, li aggiungere spessore significa perdere luce e incasinarsi anche a livello di modifica facciata etc.
 



 
Ultima modifica di MarcoPag il Lun 11 Nov, 2019 17:21, modificato 1 volta in totale 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Cappotto Interno 
 
zoki4691 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Ultimo lavoro che sto facendo , ancora sono li al cantiere , e una casa passiva.
La casa passiva si basa dunque sul concetto di costruzione a consumi molto ridotti. E’ progettata e costruita in modo da essere così ben isolata termicamente e in grado di sfruttare le condizioni ambientali esterne a suo favore, che il riscaldamento non è ottenuto mediante un normale impianto “attivo” a consumo energetico, bensì tramite tutte quelle che vengono chiamate fonti passive di calore: la radiazione solare, gli elettrodomestici, le persone.
Casa e prefabbricata , situata a Como , abitazione di 250 m2 . Fatta con panelli di legno spessore 18 cm , con capotto esterno di 20 cm di sughero , infissi triplo vetro ecc.
Al interno , come si dovevano sistemare tutti impianti , ho fatto controparete  di gesso (non cartongesso ) , e nel intercapedine ho messo lana di pecora da 5 cm . Lavori seguiti da architetto . (mi spiace che non posso mettere le foto per motivi di privacy ).
Un lavoro veramente impegnativo e grande .
Non ho visto da nessuna parte questa barriera di vapore ?


Questa la state facendo ex novo.
Non è resttutturazione e non è a cappotto interno.
Dopo 2 anni che ci abitani vai a chiedere se ti fanno fare un giro in bagno.
Senza barriera vapore può essere che non faccia nulla ma non ci credo al 100%
Da verificare le pareti nascoste
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Cappotto Interno 
 
MarcoPag ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Ciao,
anche io ho fatto un cappotto interno, essendo in condominio e non riuscendo a convincere gli altri a farlo esterno... Ho isolato due locali, le camere da letto, che presentavano muffe in alcuni punti per lo sbalzo termico. I muri sono banali forati da 20. Ho consultato un rivenditore di pannelli in sughero della zona e mi ha consigliato di metterne da 6 cm di spessore. Ho fatto da solo circa 10 anni fa, con ottimi risultati. Sopra i pannelli rete in kevlar e rasatura/finitura. Fine delle muffe, locali molto confortevoli. Una stanza ha il calorifero chiuso e l'altra al minimo. Prima o poi farò anche gli altri locali, sono stato un po' pigro perché si sta comunque bene e non ci sono problemi particolari, ma prima o poi lo farò. Un po' di superficie calpestabile va persa... da tener presente se si sta già stretti. Ciao marco

Aggiunta: il discorso mazzette finestre isolando dall'interno mi sembrava poco significativo e così ho lasciato perdere, li aggiungere spessore significa perdere luce e incasinarsi anche a livello di modifica facciata etc.


Non voglio fare l'avvocato del diavolo ma se le muffe sono scomparse all'estero del muro, non è detto possano formarsi all'interno, visto che non hai messo barriera vapore...
 




____________
Age quod agis!
 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Cappotto Interno 
 
yodacin ha scritto: [Visualizza Messaggio]
zoki4691 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Ultimo lavoro che sto facendo , ancora sono li al cantiere , e una casa passiva.
La casa passiva si basa dunque sul concetto di costruzione a consumi molto ridotti. E’ progettata e costruita in modo da essere così ben isolata termicamente e in grado di sfruttare le condizioni ambientali esterne a suo favore, che il riscaldamento non è ottenuto mediante un normale impianto “attivo” a consumo energetico, bensì tramite tutte quelle che vengono chiamate fonti passive di calore: la radiazione solare, gli elettrodomestici, le persone.
Casa e prefabbricata , situata a Como , abitazione di 250 m2 . Fatta con panelli di legno spessore 18 cm , con capotto esterno di 20 cm di sughero , infissi triplo vetro ecc.
Al interno , come si dovevano sistemare tutti impianti , ho fatto controparete  di gesso (non cartongesso ) , e nel intercapedine ho messo lana di pecora da 5 cm . Lavori seguiti da architetto . (mi spiace che non posso mettere le foto per motivi di privacy ).
Un lavoro veramente impegnativo e grande .
Non ho visto da nessuna parte questa barriera di vapore ?


Questa la state facendo ex novo.
Non è resttutturazione e non è a cappotto interno.
Dopo 2 anni che ci abitani vai a chiedere se ti fanno fare un giro in bagno.
Senza barriera vapore può essere che non faccia nulla ma non ci credo al 100%
Da verificare le pareti nascoste


Non hai visto la casa .? Ha quasi 1000 m3  e deve ospitare una familia di 5 persone .
Ha 3 bagni e quello padronale sembra il mio soggiorno .
Cosa sarebbero ?
 



 
ProfiloInvia Messaggio PrivatoHomePageGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando Download Messaggio 
Messaggio Re: Cappotto Interno 
 
Edo ha scritto: [Visualizza Messaggio]
MarcoPag ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Ciao,
anche io ho fatto un cappotto interno, essendo in condominio e non riuscendo a convincere gli altri a farlo esterno... Ho isolato due locali, le camere da letto, che presentavano muffe in alcuni punti per lo sbalzo termico. I muri sono banali forati da 20. Ho consultato un rivenditore di pannelli in sughero della zona e mi ha consigliato di metterne da 6 cm di spessore. Ho fatto da solo circa 10 anni fa, con ottimi risultati. Sopra i pannelli rete in kevlar e rasatura/finitura. Fine delle muffe, locali molto confortevoli. Una stanza ha il calorifero chiuso e l'altra al minimo. Prima o poi farò anche gli altri locali, sono stato un po' pigro perché si sta comunque bene e non ci sono problemi particolari, ma prima o poi lo farò. Un po' di superficie calpestabile va persa... da tener presente se si sta già stretti. Ciao marco

Aggiunta: il discorso mazzette finestre isolando dall'interno mi sembrava poco significativo e così ho lasciato perdere, li aggiungere spessore significa perdere luce e incasinarsi anche a livello di modifica facciata etc.


Non voglio fare l'avvocato del diavolo ma se le muffe sono scomparse all'estero del muro, non è detto possano formarsi all'interno, visto che non hai messo barriera vapore...


Ciao, purtroppo non mi viene in mente un modo non distruttivo per verificare, ma sinceramente l'idea di una barriera vapore non mi convince per nulla.
Si viene a costituire secondo me una superficie dove si accumula umidità in corrispondenza di un abbassamento di temperatura, mi sembra l'ideale per favorire la condensazione...
Mi diceva un amico costruttore edile  che le barriere vapore si mettono per massimizzare la resa degli isolanti, ma non senza innescare altri problemi e richiedendo per contro l'installazione di sistemi di scambio di umidità, per permettere in qualche modo all'ambiente di respirare.
Per ora a una decina d'anni di distanza non vedo problemi e mi sembra tutto OK... non è molto tempo ma fa ben sperare
 



 
ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:   
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 3 di 3
Vai a Precedente  1, 2, 3

Online in questo argomento: 0 Registrati, 0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti Registrati: Nessuno


 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario